La riscossione

AVVISO DI PAGAMENTO

L‘avviso di pagamento è un avviso bonario che viene inviato per posta a tutti i contribuenti che sono iscritti nei ruoli del Consorzio e che consente ai contribuenti il pagamento dei contributi di bonifica risparmiando la somma di 5,88 euro, che diversamente sarebbero dovuti per la notifica delle cartelle di pagamento.
L’importo in esso riportato viene calcolato in base ai terreni ed ai fabbricati inseriti nell‘archivio catastale del Consorzio e rappresenta il corrispettivo del lavoro che il Consorzio svolge sul territorio a beneficio di tutti gli immobili ricadenti nel proprio comprensorio per la manutenzione e la gestione delle opere idrauliche di bonifica.
Nella prima pagina dell‘avviso di pagamento sono riportate le informazioni sugli importi da pagare e sulle modalità di pagamento. Nel retro dell‘avviso sono riportate le informazioni dettagliate delle partite e degli immobili soggetti a contributo. Tale dettaglio può essere utilizzato dal contribuente per effettuare la deduzione nella denuncia dei redditi. Qualora il numero delle partite che costituiscono l’avviso di pagamento sia eccessivo, per motivi di spazio vengono stampate solo alcune delle partite stesse, mentre l’elenco completo può essere reperito su questo sito cliccando qui: Accedi al servizio, inserendo codice fiscale dell’intestatario dell’avviso e numero dell’avviso di pagamento oppure richiesto direttamente ai nostri uffici che provvederanno ad inviarlo a casa del contribuente.
L‘AVVISO DI PAGAMENTO emesso dal creditore è un atto che precede l‘emissione della CARTELLA DI PAGAMENTO, espressamente previsto nell‘ambito della procedura di "Riscossione spontanea a mezzo RUOLO" disciplinata dall‘articolo 32 del decreto legislativo n. 46 del 1999.
L‘AVVISO DI PAGAMENTO si configura come un invito di pagamento che il creditore rivolge al suo debitore, senza che a esso possano essere ricollegati effetti negativi, significativi e rilevanti, per il destinatario.
L‘AVVISO DI PAGAMENTO non è autonomamente impugnabile, non essendo ricompreso nell‘elenco degli atti tassativamente indicati dall‘articolo 19 del decreto legislativo n. 546 del 1992.
Qualora l‘avviso di pagamento resti insoluto, si procede all‘emissione della CARTELLA DI PAGAMENTO.
Questo consorzio provvede all’emissione e riscossione in proprio degli avvisi di pagamento senza l’ausilio del Concessionario per la riscossione, ottenendo una significativa riduzione dei costi legati alla gestione della riscossione.
Al fine di rendere più agevole il pagamento del tributo, è disponibile anche la modalità di pagamento on-line accedendo direttamente da questo sito.

 

CARTELLA DI PAGAMENTO


Ai contribuenti che non hanno provveduto entro i termini consentiti al pagamento dei contributi consortili con l‘avviso di pagamento, il Consorzio, attraverso i concessionari della riscossione, notifica la cartella di pagamento. L’importo della cartella è costituito dall‘ammontare complessivo dei contributi degli anni per i quali gli avvisi di pagamento non sono stati riscossi, aumentato dei costi di notifica pari a € 5,88. La cartella viene redatta sul modello ministeriale prefissato, formato da 8 pagine (di cui 2 pagine di bollettini), ed in essa si distinguono le seguenti informazioni:
 

Nella prima pagina:
1.    Denominazione e sede del concessionario (ad esempio Equitalia Polis spa) al quale è stato affidato il servizio di riscossione in ambito provinciale.
2.    Il nome del Debitore, corrispondente alla persona o alla ditta destinataria della cartella di pagamento (ATTENZIONE se in questo spazio i dati anagrafici o fiscali non corrispondono ai vostri gli importi sono dovuti da un altro contribuente; in questo caso è bene restituire la cartella al Consorzio o al concessionario della riscossione).
3.    La somma complessiva da pagare, la causale del versamento e l‘ente creditore.

 

Nella seconda pagina:
1.    Denominazione dell’ente impositore: in questo caso il Consorzio di Bonifica “Acque Risorgive” creditore del pagamento richiesto (ATTENZIONE se in questo spazio non vi è la scritta "Consorzio di Bonifica Acque Risorgive" gli importi richiesti si riferiscono ad un altro ENTE creditore).
2.    Il dettaglio degli addebiti che riporta la descrizione del ruolo, con il numero e la data d‘iscrizione a ruolo, il totale della somma richiesta, che indicano a quando risalgono le somme dovute. Nelle stesse non è stato riportato il dettaglio dei contributi per l‘anno 2005 (può essere direttamente richiesto telefonicamente o per posta ai nostri uffici), mentre per le cartelle riferite agli anni dal 2006 il dettaglio dei contributi è riportato nell‘ultima pagina.
3.    È, inoltre, riportato l’importo da pagare nel casi di pagamenti in ritardo, cioè dopo la scadenza di 60 gg. dalla notifica della cartella.

 

Nella terza pagina:
1.    Le istruzioni per il pagamento che riportano le modalità e le scadenze con cui può essere effettuato il pagamento; il pagamento della cartella va effettuato entro 60 giorni dalla data di notifica che è la data in cui è stato firmato l‘avviso di ricevimento della raccomandata con cui vi è stata recapitata; scaduto tale termine l‘importo dovuto sarà maggiorato degli interessi di mora che decorrono dalla data di notifica della cartella, del compenso di riscossione calcolato in percentuale sulle somme dovute ed infine delle eventuali spese per le procedure esecutive attuate dall‘esattore.
2.    Inoltre, è riportata la descrizione di dove e come pagare le somme dovute

 

Nella quarta pagina:
1.    I dati identificativi della cartella, dove compare il numero del ruolo, il codice dl tributo, l‘anno di riferimento e l‘importo del tributo nonchè l‘importo totale della cartella.
2.    Infine, sono riportati i riferimenti dell’Agente della riscossione, che, per la provincia di Venezia è EQUITALIA POLIS S.P.A., avente sede in via Torino n.164 a Mestre.

 

Nella quinta pagina:
Quando e come il contribuente può presentare ricorso contro il Consorzio.

 

Nell’ottava pagina:
è riportato l’elenco degli immobili soggetti a contributo (per le cartelle riferite all‘anno 2006).
Infine, c’è il bollettino prestampato per poter effettuare il pagamento.

 

RICORSO AVVERSO LA CARTELLA DI PAGAMENTO
Il ricorso avverso la cartella di pagamento può essere presentato in base alle seguenti modalità e termini. E‘ possibile presentare ricorso sia in via amministrativa sia giudiziaria.


In via amministrativa il ricorso si propone alla Giunta Consorziale nel termine di 30 giorni dalla notifica della cartella, al fine di denunciare errori materiali o duplicazioni dell‘iscrizione.


In via giudiziaria è possibile contestare la legittimità del potere impositivo del Consorzio mediante ricorso da formularsi dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Venezia entro il termine di 60 giorni dalla notifica della cartella (con facoltà di richiedere anche la sospensiva). In via giudiziaria è possibile altresì contestare il quantum del contributo mediante ricorso dinanzi al TAR Veneto impugnando i provvedimenti amministrativi di determinazione del contributo medesimo nel termine di 60 giorni dalla loro pubblicazione (anche in questa ipotesi è prevista la possibilità di richiedere la sospensiva).