Adesso sei qui: Home Comunicazione Comunicati Stampa Comunicati stampa anno 2015

Comunicati stampa anno 2015

Vigodarzere, messo in sicurezza l’abitato di Tavo

Il Consorzio di bonifica Acque Risorgive e il Comune di Vigodarzere sono impegnati nell’obbiettivo di mettere al riparo il territorio da frequenti e cronici problemi  di allagamento che colpiscono, in particolare, larga parte del centro abitato della frazione di Tavo e l’area a nord del Terraglione. In questo senso assume una valenza speciale l’ultimazione dei lavori di ricalibratura della canaletta Veronese prevista dall’accordo di programma finanziato con 860 mila euro dalla Regione Veneto e 400 mila euro dall’Amministrazione comunale. 

La canaletta Veronese, oggetto dell’intervento concluso alla fine dell’estate scorsa, presentava in diversi punti un notevole interrimento con la presenza di alcuni tombinamenti insufficienti per le nuove esigenze di smaltimento delle acque meteorich...

Continua....

Nuovo manufatto di immissione della Fossetta nello scolo Pionca

Sono ormai prossimi alla conclusione i lavori per la costruzione di un nuovo manufatto di immissione della Fossetta di Vetrego nello scolo Pionca tra i comuni di Mirano e Pianiga.  Lo comunica il Consorzio di bonifica Acque Risorgive, precisando che si tratta di un intervento a completamento delle opere già realizzate e concluse nell’estate 2011 nell’ambito del progetto di “riassetto idraulico e rinaturalizzazione dell’asta principale dello scolo Pionca”. “E’ proprio grazie ai risparmi ottenuti – spiega il direttore Carlo Bendoricchio, che abbiamo potuto realizzare il nuovo manufatto in sostituzione di quello esistente non più adeguato anche per le difficoltà che pone allo svolgimento della manutenzione ordinaria delle arginature oltre che per motivi di sicurezza considerato che eventual...

Continua....

Contratto di fiume Marzenego: conferenza stampa per la firma

Sarà uno dei primi Contratti di Fiume ad essere firmato in Italia. Con la firma dell’accordo di programmazione negoziata tra i soggetti, pubblici e privati, che hanno partecipato al percorso partecipato, il Contratto di fiume Marzenego diventa uno strumento operativo per puntare, secondo un programma di azioni condivise, alla riqualificazione ambientale, sociale ed economica del corso d’acqua che con i suoi 45 chilometri tocca il territorio di tre province.

L’accordo, frutto di un intenso e positivo processo partecipato, avviato nell’anno 2013, che ha messo assieme conoscenze tecniche, competenze  ed interessi di soggetti pubblici e privati,  fissa 4 obiettivi generali: migliorare la funzionalità ecologica e paesaggistica, gestire il rischio idraulico in modo integrato, valorizzare i ...

Continua....

Tutti uniti per riqualificare il fiume Marzenego

Via libera dall’assemblea di bacino, riunita a Noale mercoledì 14 ottobre, alla firma del contratto di fiume Marzenego. Consorzio di bonifica Acque Risorgive, Comuni, Università, categorie e associazioni si sono impegnati a fare ciascuno la propria parte, perseguendo gli obiettivi che sono contenuti nel Piano di azione, una sorta di documento programmatico che traccia il cammino di valorizzazione del corso d’acqua lungo 45 km e di un territorio di quasi 6.400 ettari densamente urbanizzati che va da Resana fino alla laguna di Venezia, interessando ben 11 comuni.

“Entro la prima settimana di novembre – spiega il presidente del Consorzio, Francesco Cazzaro – sarà predisposto l’atto formale che dovrà essere firmato da tutti i soggetti che hanno aderito al processo di partecipazione del co...

Continua....

Contratto di fiume Marzenego: verso la firma

Il percorso verso il Contratto di fiume Marzenego volge al termine. L’assemblea di bacino, convocata a Noale per mercoledì 14 ottobre, servirà a definire le priorità e le proposte di impegno che i numerosi soggetti aderenti al progetto – Consorzio di bonifica Acque Risorgive, Regione, Comuni e associazioni – faranno proprie approvando, entro il 30 ottobre, il programma di azione.

L’incontro, con inizio alle ore 17 presso la sala civica “Maso” in via Ongari, si aprirà con la relazione della Segreteria tecnica che illustrerà la versione finale del Programma di azione, messa a punto sulla base delle istanze emerse nell’assemblea del 30 settembre...

Continua....

Mercoledì 30 settembre convocata l’assemblea di bacino del CdF Marzenego

La bozza preliminare del Programma di azione che fissa gli interventi per la gestione integrata e sostenibile del Marzenego arriva sul tavolo dell’assemblea di bacino del Contratto di Fiume. L’incontro è stato convocato per mercoledì 30 settembre, con inizio alle ore 17 presso la sala consiliare in via Palazzo a Mestre.

L’incontro si aprirà con una introduzione della Segreteria tecnica, utile a riassumere gli esiti delle tappe precedenti del percorso decisionale partecipato e a illustrare l’ipotesi del documento preliminare al Programma di azione. Seguirà un question time per dare spazio a eventuali richieste di chiarimento...

Continua....

Contratto di fiume Marzenego: si riparte da Venezia

Il Contratto di fiume del Marzenego entra nella fase cruciale che porterà entro la fine di ottobre all’approvazione della proposta definitiva del Programma di azione. In questi mesi la Segreteria tecnica ha terminato la raccolta ed elaborazione delle 66 osservazioni pervenute dal territorio che andranno ad arricchire il dossier contenente le indicazioni emerse durante le assemblee plenarie e i tavoli tematici attorno agli obiettivi strategici del Contratto di fiume: dal miglioramento ambientale alla gestione del rischio idraulico, dalla valorizzazione fruitiva dei luoghi al governo sostenibile del territorio. Quanto emerso è ora oggetto di verifica di fattibilità tecnico-amministrativa e di valutazione da parte di tutti i soggetti coinvolti nel processo partecipato.

Il percorso ripart...

Continua....

Contributo di bonifica: in arrivo 260 mila avvisi di pagamento

Nei prossimi giorni saranno recapitati ai proprietari di immobili (terreni e fabbricati) che si trovano nel comprensorio del Consorzio Acque Risorgive gli avvisi di pagamento del contributo di bonifica per l’anno 2015. Si tratta di oltre 260 mila avvisi (compresi quelli per il recupero degli arretrati riferiti agli importi sotto i 16,53 euro per gli anni 2013 e 2014): quelli con importo sotto i 200 euro sono pagabili in unica rata con scadenza 10 settembre; quelli con importo uguale o superiore ai 200 euro sono pagabili in due rate con scadenza 10 settembre e 30 ottobre. Anche gli intestatari delle 2...

Continua....

Mogliano, nuova area umida lungo lo scolo Zeretto

Il Consorzio di bonifica Acque Risorgive ha avviato le operazioni preliminari dei lavori per la realizzazione dell’area umida lungo lo scolo Zeretto in comune di Mogliano Veneto, che entreranno nel vivo dopo l’interruzione per le ferie estive. Il progetto, per un importo complessivo di € 1.112.913,00, si inserisce nel piano per il disinquinamento della laguna di Venezia: con questi lavori si arriverà a massimizzare la riduzione dei carichi inquinanti di azoto e fosforo. “Grazie a questo intervento, spiega il direttore del Consorzio, ing. Carlo Bendoricchio, esempio di progettazione multidisciplinare che mira alla riqualificazione del territorio restituendogli le antiche valenze fluviali concependo le opere idrauliche nel rispetto paesaggistico e ambientale, alla laminazione delle piene, ...

Continua....

Conclusi i lavori sui mulini del fiume Dese

Si sono conclusi i lavori che hanno interessato il fiume Dese presso i mulini Fabris, Vidali, Cosma nei comuni di Martellago e Scorzè. Lo comunica la direzione del Consorzio di bonifica Acque Risorgive. L’intervento, per un importo di oltre 900 mila euro, si inserisce nel piano di azione per la sicurezza idraulica di ampi tratti del territorio del Miranese.  “Oggetto degli interventi – spiega il Direttore dei Lavori, dirigente dell’Area Tecnica del Consorzio, ing. Michele Caffini – è stata la  riapertura dei mulini Fabris, Vidali e Cosma (noti anche rispettivamente come: Orso Bianco, Ca Nove e Pavanetto) tramite la costruzione di manufatti di  bypass finalizzata ad incrementare la capacità di portata oramai troppo limitata dalle sezioni dei c.d...

Continua....