Adesso sei qui: Home Comunicazione Comunicati Stampa Comunicati stampa anno 2019

Comunicati stampa anno 2019

Messo in sicurezza il nodo idraulico Gorna del Cavagnolo

Si sono conclusi i lavori per la messa in sicurezza del nodo idraulico denominato Gorna del Cavagnolo e posto tra i comuni di Villa del Conte e San Giorgio in Bosco. Lo comunica Acque Risorgive, il Consorzio di bonifica che ha realizzato l’intervento per migliorare la gestione di questo importante punto di deviazione delle portate del Ghebbo Mussato. I lavori erano stati aggiudicati per un importo di circa 80 mila euro.

Diverse le opere che sono state portate a termine. La prima ha riguardato la sostituzione della botte a sifone che, passando sotto il Ghebbo Mussato, assicura lo scarico di un importante fossato campestre verso il Piovego di Villabozza...

Continua....

Area umida sul Lusore, conclusi i lavori a Caltana

E’ di sicuro uno degli interventi più qualificanti portati a termine di recente da Acque Risorgive. Finanziato con una somma di circa 2 milioni di euro, il progetto di realizzazione delle vasche di laminazione sullo scolo Lusore, in località Caltana nel comune di Santa Maria di Sala, è stato ultimato rispettando i tempi fissati. Prima di dichiarare chiuso il cantiere, però, il Consorzio di bonifica si appresta a realizzare, utilizzando le economie risultanti dal ribasso d’asta, alcuni lavori complementari da effettuare entro l’estate. Essi consistono nella sistemazione della scarpata dei due canali (Lusore e Fiumicello) che conterminano l’area, con ripristino di frane, e nella posa di un cavidotto per l’allacciamento alla rete Enel per l’alimentazione delle opere elettromeccaniche...

Continua....

Ad Acque Risorgive il premio “Populus Alba”

Altro prestigioso riconoscimento per Acque Risorgive. Il presidente Francesco Cazzaro ha ritirato nei giorni scorsi a Monfalcone il premio “Populus Alba” riservato dall’associazione ambientalista “Eugenio Rosmann” alle pubbliche amministrazioni che si sono distinte in materia ambientale.

La giuria, presieduta dal professore emerito di ecologia vegetale dell’Università di Trieste Livio Poldini, composta da docenti universitari e professionisti, ha ritenuto di premiare l’attività del Consorzio di bonifica perché dimostra come si possa intervenire in maniera davvero innovativa in contesti artificializzati dalle bonifiche, restituendo naturalità e diversità biologica e migliorando la depurazione delle acque che raggiugono la laguna...

Continua....