Contratto di fiume Marzenego: verso la firma

Il percorso verso il Contratto di fiume Marzenego volge al termine. L’assemblea di bacino, convocata a Noale per mercoledì 14 ottobre, servirà a definire le priorità e le proposte di impegno che i numerosi soggetti aderenti al progetto – Consorzio di bonifica Acque Risorgive, Regione, Comuni e associazioni – faranno proprie approvando, entro il 30 ottobre, il programma di azione.

L’incontro, con inizio alle ore 17 presso la sala civica “Maso” in via Ongari, si aprirà con la relazione della Segreteria tecnica che illustrerà la versione finale del Programma di azione, messa a punto sulla base delle istanze emerse nell’assemblea del 30 settembre. Le azioni individuate sono ben 62: si va dagli studi ambientali alla predisposizione di un masterplan per la fruibilità terrestre e acquatica del fiume, valorizzando il lavoro svolto dallo Iuav; dalla promozione di buone pratiche, come gli accordi con i frontisti per il libero transito lungo gli argini o sul minor uso di fitofarmaci e fertilizzanti, ai progetti di riqualificazione fluviale e monitoraggi qualitativi delle acque. E ancora: la promozione di una ‘carta del Marzenego’ con indicazione dei toponimi, dei luoghi della memoria, dei capitelli…; la costituzione di una rete multi-tematica di fattorie didattiche e l’attivazione di punti informativi permanenti attraverso un coordinamento tra le Pro loco del territorio.

“Questo ultimo confronto – spiega l’ing. Carlo Bendoricchio, della segreteria tecnica – servirà in particolare a definire le priorità e la disponibilità all’impegno di ciascun partecipante al Contratto di fiume ad implementare le azioni concordate”. 

Durante l’incontro saranno esposti gli elaborati finali dell’esperienza “Documenti e storie per il presente” curata dall’associazione storiAmestre. 

AssembleaNoaleFiumeMarzenego_com_sta_12_10_15

Comments are closed.