Firmato stamane l’accordo per il Contratto di fiume Marzenego

Firmato stamane, nella sede del Consorzio Acque Risorgive a Mestre, l’accordo di programmazione negoziata per il Contratto di fiume Marzenego. Tra i sottoscrittori numerosi Comuni rivieraschi delle tre province interessate dal corso del fiume (Treviso, Padova e Venezia), associazioni ambientali, organizzazioni di agricoltori. 

“Con la firma di stamane – ha spiegato il presidente del Consorzio di bonifica, Francesco Cazzaro, tra i firmatari del documento – non mettiamo la parola fine al nostro percorso di confronto democratico e trasparente sul futuro del fiume iniziato nel 2013. Al contrario, avviamo una nuova fase in cui ciascuno di noi si impegna a realizzare degli obiettivi condivisi per fare del Marzenego un fiume di tutti, con acque più pulite, facilitando la fruibilità dei suoi argini, valorizzando la sua ricchezza ambientale e rendendolo sempre più sicuro dal punto di vista idrogeologico”.

Prima della firma dell’accordo, è toccato al direttore di Acque Risorgive, ing. Carlo Bendoricchio, della segreteria tecnica del Contratto di fiume Marzenego, riassumere il percorso che ha portato alla condivisione di ben 64 azioni da sviluppare attraverso studi e indagini, strumenti organizzativi, buone pratiche, progetti pilota e attività di comunicazione e formazione. “Una buona parte di esse – ha sottolineato il Direttore – hanno già trovato i soggetti responsabili che si faranno carico della loro concreta attuazione. E non è da escludere che durante il percorso che partirà nel 2016 possano aggiungersi altre azioni che rientrino nelle finalità del contratto di fiume che punta sostanzialmente a migliorare la funzionalità ecologica e paesaggistica del Marzenego, a gestire il rischio idraulico in modo integrato, a valorizzare i luoghi sotto il profilo socio-economico e a tutelare la qualità della vita delle comunità locali che insistono sul bacino fluviale”.

Al termine dell’incontro foto di gruppo per i firmatari: Consorzio di bonifica Acque Risorgive, Comuni di Martellago, Noale, Salzano, Massanzago, Cia di Venezia, Coldiretti di Padova e Venezia, Confagricoltura Venezia, Comitato Noale Ambiente, Gruppo La Salsola, Associazione naturalistica Terraviva, Aqua e Tera, Associazione culturale e ricreativa Vivere la laguna, Associazione Cason de Pometo, Associazione Amici della Poiana. Nei prossimi giorni arriveranno le firme anche degli altri Comuni, dell’Università IUAV di Venezia e di quanti vorranno aggiungersi al percorso del Contratto di fiume. 

FirmatoContrattoFiumeMarzenego_conf_sta_06_11_15

IMG_1210