In arrivo gli avvisi di pagamento del tributo di bonifica

L’estate piovosa che ci stiamo lasciando alle spalle ha riproposto con urgenza il tema della difesa dal rischio idraulico che minaccia sempre più frequentemente il nostro territorio. Nella speranza che il Governo, come più volte annunciato, stanzi le risorse necessarie ad avviare un grande piano di messa in sicurezza, il Consorzio di bonifica “Acque Risorgive” conta anche quest’anno sul contributo dei propri consorziati. Proprio in questi giorni, infatti, sono partiti gli avvisi di pagamento della quota determinata sulla base dei criteri stabiliti dalla Regione Veneto riguardanti i proprietari di immobili e terreni.

“Il contributo che ogni consorziato, per legge, è chiamato a versare – spiega il presidente Ernestino Prevedello – serve a coprire le spese di manutenzione, gestione e sorveglianza della rete idrografica costituita da oltre 2.350 chilometri di canali e da numerose opere idrauliche. Purtroppo, nonostante il nostro impegno a ridurre le spese di funzionamento della struttura consorziale, ci sono dei costi crescenti, come quello dell’energia elettrica, a cui dobbiamo far fronte per poter garantire la sicurezza idraulica del nostro territorio”.

Gli avvisi di pagamento in arrivo nelle case dei consorziati presentano alcune novità. La prima riguarda la possibilità di pagare l’importo con Mav presso tutti gli sportelli bancari. “Si tratta di una modalità di pagamento – spiega il direttore Carlo Bendoricchio – che non comporta alcun costo per il contribuente”. Si può inoltre pagare anche online con carta di credito collegandosi al sito web. Altra novità riguarda l’allargamento della base imponibile grazie ad lavoro di riallineamento effettuato tra la banca dati del Consorzio e quella dell’Agenzia dell’Entrate che consentirà di azzerare l’elusione. A tal proposito – ricordano i responsabili della struttura finanziaria di Acque Risorgive – è possibile per il nuovo contribuente segnalare eventuali errori catastali contattando il numero verde gratuito, inviando una e-mail a catasto@acquerisorgive.it oppure compilando l’apposito modulo reperibile sul sito web.

Due le scadenze previste: per l’unica rata e la prima rata in caso di importi superiori ai 100 euro, 6 settembre; per la seconda rata, 4 ottobre. In caso di ritardi nel recapito, il contribuente ha 15 giorni di tempo dal ricevimento dell’avviso per pagare senza incorrere in sanzioni. Il Consorzio Acque Risorgive gestisce in modo diretto la riscossione del contributo, garantendo così una spesa minore per i contribuenti. L’avviso di pagamento contiene tutte le informazioni utili. In ogni caso è a disposizione il numero verde gratuito 800.189571 ed il fax verde 800.190555 (nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,00; il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00). Il contributo che viene pagato al consorzio è integralmente deducibile dal reddito complessivo, ad esclusione di fabbricati locati in regime particolare di tassazione, e può essere dedotto in sede di dichiarazione annuale dei redditi.

AvvisiPagamentoContributoBonifica_com_sta_21_08_14