Iniziano il 30 marzo i lavori di rifacimento della tubazione di scarico dell’impianto idrovoro Padova 3 a Vigodarzere

Iniziano lunedì 30 marzo i lavori di “Rifacimento del tratto di tubazione di scarico dell'impianto idrovoro Padova 3 a servizio dell'area industriale in Comune di Vigodarzere e delle aree afferenti al tratto iniziale dello Scolo Piovetta”. Le copiose piogge cadute nel mese di novembre 2014 hanno evidenziato gravi problemi di tenuta della condotta di scarico, in pressione, dell’impianto nel fiume Brenta, determinando sifonamenti e cedimenti in numerosi punti di essa con interessamento della viabilità della zona industriale di Vigodarzere. Questa situazione ha determinato uno stato di pericolosità idraulica che ha impedito completamente la messa in funzione dell’impianto stesso.

Soddisfazione viene espressa dall’Assessore ai Lavori Pubblici Demetrio Zattarin, che ricorda: "L’impianto è stato realizzato nel 1991 e nel 2012, in collaborazione con il Consorzio, sono stati eseguiti importanti interventi utili a consentirne la messa in funzione. Adesso abbiamo contribuito, come Amministrazione Comunale, con un finanziamento di 50.000,00 euro, consapevoli che la sistemazione della tubazione è un’opera assolutamente indispensabile per la salvaguardia dell’area industriale di Saletto. Prendo atto dell’ennesima dimostrazione di concreta collaborazione con il Consorzio di Bonifica e ringrazio l’attuale Presidente Francesco Cazzaro in uno con il suo predecessore Ernestino Prevedello”.

Il lavoro consiste nel risanamento dei giunti delle tubazioni mediante collocazione all’interno delle stesse di una fascia speciale in gomma, tenuta in sede da anelli in acciaio inox. Prima bisognerà però prosciugare l’acqua presente all’interno della condotta e ventilare il cunicolo per permettere alle maestranze di operare in sicurezza.
Il Presidente del Consorzio Acque Risorgive, Francesco Cazzaro, ha affermato: “Viene iniziato un importante lavoro, che è stato progettato e finanziato dalla precedente amministrazione consorziale con la quale siamo in ideale continuità operativa. Ora si tratta di portarlo a termine con la massima celerità, anticipando allo scopo tutte le spese necessarie, in attesa che la Regione Veneto eroghi il contributo richiesto e già concesso, pari a € 250.0000”.

I lavori termineranno entro il mese di aprile.

 

Vigodarzere Padova 3