Iniziato lo scavo dell’alveo dello scolo Vernise a Zero Branco

Acque Risorgive ha iniziato sul territorio di Zero Branco lo scavo dell’alveo dello scolo Vernise, continuando così nella realizzazione del progetto di riqualificazione ambientale finanziato dalla Regione veneto per un importo complessivo di 3 milioni 432 mila euro. L’intervento interessa in parte anche il territorio di Scorzè ed è mirato alla riduzione dei nutrienti che annualmente defluiscono con le acque del Vernise verso la Laguna veneta.

“Con questo progetto – spiega il direttore del consorzio di bonifica, Carlo Bendoricchio – puntiamo a ridurre di 5.000 kg/anno l’apporto di azoto e di 500 kg/anno quello di fosforo. Un obiettivo che raggiungeremo attraverso la creazione di golene e aree umide destinate alla fitodepurazione tra via Onaro e via Montiron”.

Il progetto ha quindi una finalità ambientale prioritaria, anche se non è trascurabile l’importanza per il miglioramento della sicurezza idraulica dell’area. Vi sono poi altri aspetti ambientali che vengono considerati, come la riqualificazione estetico/paesaggistica del sistema idrografico del Vernise, la conservazione e l’incremento del suo ‘valore’ naturalistico. Obiettivi che verranno raggiunti attraverso il rifacimento di buona parte delle immissioni di capofossi e scoline e la piantumazione di siepi e alberature con piante autoctone.