RIO CIMETTO: SABATO L’INAUGURAZIONE DELL’IMPIANTO IDROVORO CHE METTERA’ IN SICUREZZA L’ABITATO DELLA GAZZERA

L’opera, realizzata dal Consorzio di bonifica Acque Risorgive per un costo complessivo di circa 850 mila euro, è tra gli interventi programmati dopo l’alluvione del 2007 

Il ricordo del 26 settembre 2007 è ancora vivo in molti cittadini di Mestre che subirono danni ingenti a causa delle esondazioni verificatesi su buona parte dell’area urbana. Da allora, grazie anche alla nomina del Commissario per l’emergenza, si sono realizzati sul territorio numerosi interventi mirati a mitigare le criticità di natura idraulica emerse con drammaticità in quella occasione. Uno di questi viene inaugurato sabato 28 settembre, a sei anni dall’alluvione, sul Rio Cimetto e servirà a mettere maggiormente in sicurezza l’abitato della Gazzera. Si tratta dell’impianto idrovoro realizzato dal Consorzio di bonifica Acque Risorgive per un importo di spesa di circa 850 mila euro. Alla cerimonia inaugurale, prevista alle ore 11, oltre al presidente del consorzio, Ernestino Prevedello, sarà presente anche l’assessore regionale alle infrastrutture Renato Chisso. 
“Con questa opera – spiega il direttore di Acque Risorgive, ing. Carlo Bendoricchio – completiamo l’intervento già effettuato di riapertura del vecchio ramo del Rio Cimetto con recapito delle acque nel Marzenego, fiume che risente dell’elevata influenza della marea, per cui era necessario realizzare un impianto di sollevamento a scolo alternato”. 
L’impianto ha un collettore di recapito di ampie dimensioni, dotato di pompe della porta complessiva iniziale di 3.000 litri al secondo che successivamente, grazie all’installazione di altre due pompe, potrà arrivare al doppio, 6.000 litri al secondo. Il suo funzionamento sarà gestito in automatico attraverso la lettura di due misuratori di livello posti a monte e a valle delle vasche di aspirazione e della paratoia che gestisce il flusso sulla canaletta. Un gruppo elettrogeno garantisce il funzionamento dell’impianto in caso di interruzione dell’erogazione dell’energia elettrica. 
Mestre, 25 settembre 2013

Scarica il PDF