Ripristino argini del fiume Zero tra Resana e Vedelago

Il Consorzio di bonifica Acque Risorgive ha avviato il cantiere per la realizzazione di alcuni interventi di ripristino delle erosioni arginali lungo il fiume Zero nei comuni di Resana e Vedelago. Per la precisione si tratta di opere complementari che si sono rese necessarie a seguito di un precedente intervento realizzato per ripristinare i danni provocati dagli eventi alluvionali verificatisi nel settembre del 2006. 

“Per perfezionare l’opera – spiega il direttore ing. Carlo Bendoricchio – si è provveduto a modificare la tipologia dei presidi di sponda adeguandoli meglio alla consistenza della portata del fiume Zero anche su indicazione dell’Ente Parco del Sile. Oltre ad intervenire per creare la continuità della viabilità a lato del fiume, necessaria per le future manutenzioni e quindi per garantire il passaggio dei mezzi del Consorzio, è prevista anche la riforestazione dell’argine in destra idraulica, con la posa di una nuova siepe alberata che sarà realizzata secondo uno schema a piante sfalsate”.

Per la siepe saranno utilizzate specie arboree e arbustive autoctone come il pino campestre, il frassino, il carpino bianco, la farnia, l’acero campestre ma anche il melo selvatico, la rosa canina, il nocciolo e il biancospino. L’intervento, già cantierato per una spesa di oltre 140 mila euro, prevede anche la fornitura di sbarre adatte alla chiusura tra i fondi privati e le strade pubbliche ad interclusione della viabilità di servizio.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF