San Martino, concluso importante intervento

Acque Risorgive ha concluso i lavori di adeguamento funzionale dell’impianto irriguo di emergenza Castellan Nuovo in comune di San Martino di Lupari (PD). Si tratta di un lavoro finanziato nell’ambito del Programma di sviluppo rurale nazionale (Psrn) 2014/2020, dell’importo di oltre 200 mila euro.

Grazie all’intervento realizzato dal Consorzio di bonifica viene incrementata l’efficienza dell’irrigazione della zona che il pozzo Castellan Nuovo serve con il sistema pluvirriguo in pressione ma anche di una parte del comprensorio non servita dall’irrigazione in pressione. E’ stata, infatti, per questo installata una nuova pompa all’interno dell’impianto che, in caso di necessità, alimenta una canaletta lunga 400 metri, collegata al canale demaniale Rio della Pila, a sua volta immissario del sistema Vandura-Ghebbo Mussato.

“Questo intervento- commenta il direttore di Acque Risorgive, ing. Carlo Bendoricchio – permetterà di eliminare le perdite e gli sprechi attuali e consentirà una gestione più efficiente e puntuale del servizio irriguo di soccorso”.

I lavori si sono svolti nei mesi scorsi: nel corso di febbraio, la vecchia canaletta è stata rimossa, sostituita con una nuova unità prefabbricata e posizionata in modo da invertire il verso di percorrenza dell’acqua. Successivamente, a marzo, sono state installate 2 nuove elettropompe: la prima, da 200 litri al secondo, a servizio dell’irrigazione non in pressione ed in grado di funzionare contemporaneamente alle altre pompe dell’impianto; la seconda, da 22 litri al secondo, per alimentare la rete in pressione durante le operazioni di riempimento delle condotte e nelle fasi iniziali e terminali della stagione irrigua, o comunque nei momenti di minore richiesta.